Cammino di San Jacopo

Nel cuore della Toscana si snoda un piccolo “Cammino di Santiago” che tra Firenze e Livorno racchiude un eccezionale concentrato di arte, storia e natura da conquistare, a piedi.

Il percorso, proposto e ideato dopo approfonditi studi e sopralluoghi da Nedo Ferrari, all’interno e con la collaborazione della Comunità Toscana Il Pellegrino di Firenze, riscopre e valorizza una direttrice viaria antica più di duemila anni, la Via Cassia – Clodia, che collega le città di Firenze, Prato, Pistoia, Pescia e Lucca, costituendo un tratto del Cammino verso Santiago de Compostela. Il percorso attraversa un territorio reso unico dalla frequenza di eccezionali testimonianze storiche, artistiche, naturalistiche e religiose, fra cui sette cattedrali fra le più famose al mondo.

La strada da percorrere è piuttosto semplice, adatta a tutti coloro che sono abituati alla camminata. In totale, la distanza da percorrere è di 110 km divisi in 4 tappe

LE TAPPE

  1. Firenze-Prato km 27,1. Dislivello 190 mt. Facile
  2. Prato-Pistoia km 27,1. Dislivello 350 mt. Difficoltà Media
  3. Pistoia- Pescia km 29,6. Dislivello 300 mt. Difficoltà Media.
  4. Pescia-Lucca km 26,3. Dislivello 190 mt. Facile.

La tappa n°3 passa proprio da Borgo a Buggiano…

La tappa è molto varia e alterna tratti pianeggianti ad antichi percorsi collinari, spesso selciati, che raggiungono interessanti Borghi e Castelli.

Usciti dalla città lungo l’antico percorso della Via Cassia, oggi strada provinciale, la si abbandona appena possibile per salire sul Colle Lucense (ora di Giaccherino) dal quale i pellegrini francigeni (jacquaires) vedevano per la prima volta i campanili e le torri della Piccola Santiago.

Si prosegue poi in saliscendi nella bella campagna oltre la Pieve di Groppoli fino al borgo fortificato di Serravalle dalle cui torri si può apprezzare il percorso che abbiamo fatto da Firenze e buona parte di quello ancora da fare verso Lucca.

Scesi a la Gabella si risale la Via di Perticaia per poi costeggiare l’autostrada A11 fino all’argine del torrente Nievole che percorriamo fino quasi alla storica Pieve altomedioevale di San Pietro “in Neure”.

Continuiamo poi per attraversare la bellissima zona delle Terme storiche di Montecatini e attraversando il centro cittadino. Si evita poi il traffico della provinciale Lucchese attraversando il Parco di Villa Ankuri e salendo al Castello di Buggiano, il borgo dei giardini e degli agrumi. Si scende poi nuovamente lungo antichi selciati fino al torrente Cessana che attraversiamo su un ponticello medievale per risalire poi in collina verso i borghi fortificati di Stignano, La Costa e Uzzano e le loro belle chiese romaniche. Uzzano, con i suoi 300 ml s.l.m, è il punto più alto della tappa e ci offre un bel panorama su Pescia e l’intera Valdinievole fino a San Miniato. Si scende poi rapidamente su antichi percorsi selciati per raggiungere Pescia con il suo bel centro storico e la sua Cattedrale dove si venera il corpo di Sant’Allucio, ospitaliere dei pellegrini medievali.

SEGNALETICA: Il cammino è completamente segnalato con adesivi leggeri riportanti le direzioni Santiago oppure Roma, con frecce in vernice gialla verso Santiago e arancione verso Roma e con segni giallo-arancio su pietre, alberi, pali.

Per avere maggiori informazioni riguardo al Cammino di San Jacopo, visitate il loro sito ufficiale www.ilcamminodisanjacopo.it

Distanza totale: 109724 m
Max altitudine: 331 m
Min altitudine: 16 m
Il dislivello complessivo in salita: 2474 m
Discesa totale: -2507 m
Velocità media: nan km/h
Download file: Cammino-di-San-Jacopo-2020-1.gpx





Buggiano

© COPYRIGHT 2021 | PRIVACY & NOTE LEGALI